Taobuk 2016: una riflessione su Gli Altri

Taobuk, il Festival Internazionale del Libro di Taormina, è pronto a partire con la VI edizione che si svolgerà dal 10 al 17 settembre con un programma ricco di incontri, tanti ospiti e attività.

Ogni anno Taobuk partendo dalla letteratura riesce a creare un intenso dialogo con le altre espressioni della cultura e dell’arte, proponendo al suo pubblico un calendario di appuntamenti che si snodano attraverso reading, tavole rotonde, momenti musicali e di spettacolo, mostre d’arte e di fotografia, botteghe del gusto, itinerari turistici, proiezioni di film e anche corsi di scrittura. Un Festival strutturato che chiama al confronto scrittori, giornalisti, artisti, esponenti della società civile e politica al fine di approfondire e sollecitare la riflessione su un tema sociale di grande attualità.

Gli Altri è il tema su cui si concentra l’edizione 2016 del Taormina International Book Festival. Un concept che come spiega Antonella Ferrara – presidente di Taobuk – ha l’intento di esplorare i mille volti della diversità e le sue infinite accezioni: da una parte il valore positivo che apporta arricchimento, dall’altro quello negativo, fonte di pregiudizi e chiusura nei confronti di tutto ciò che è diverso da noi, Gli Altri appunto. Attraverso numerose testimonianze e una coralità di voci ed opinioni, provenienti dal mondo della letteratura e delle arti, Taobuk si propone di offrire strumenti utili al confronto e alla valorizzazione delle differenze al fine di spianare il cammino verso la conoscenza, la comprensione, il rispetto e l’accettazione degli Altri.

Molto attesa è la serata inaugurale della manifestazione, che si svolgerà sabato 10 settembre alle 20.30 al Teatro Antico di Taormina. La cerimonia di apertura del Festival, condotta da Antonella Ferrara e da Franco Di Mare, direttore artistico di Taobuk, vedrà l’alternarsi di personalità di rilievo internazionale a cui andranno i riconoscimenti Taobuk Award 2016. In particolare verranno premiati lo scrittore americano Premio Pulitzer Michael Cunningham, lo scrittore drammaturgo e saggista Claudio Magris, il regista Premio Oscar Giuseppe Tornatore e l’attore Leo Gullotta. Non mancheranno i momenti di spettacolo con l’esibizione dell’orchestra del Teatro Massimo Bellini di Catania e ancora nomi rappresentativi del cinema e della televisione come l’attrice e cantante Lina Sastri, la stella della world music italiana Mario Incudine e Giacomo Campiotti, regista della fiction campione d’ascolti su Rai 1 Braccialetti Rossi.

Nelle giornate del Festival sono previste due anteprime letterarie: Massimo Carlotto, uno dei maestri del noir italiano, presenta a Taobuk il suo thriller, Il turista, edito Rizzoli (giovedì 15 settembre); mentre Clara Sànchez, scrittrice spagnola e regina delle classifiche mondiali di narrativa, accompagnata dall’attrice Isabella Ragonese, racconta il suo nuovo libro Lo stupore di una notte di luce (Garzanti), il tanto atteso seguito del best seller Il profumo delle foglie di limone (sabato 17 settembre).

Ad arricchire il programma numerosi altri appuntamenti. Food Factor, la sezione dedicata alla cultura enogastronomica, ideata e coordinata da Clara e Gigi Padovani, che rifacendosi al tema conduttore della manifestazione racconterà La tavola degli Altri grazie alla presenza di esperti del settore, scrittori e chef. Quattro le mostre: la personale del fotografo Giuseppe Leone, Sicilia tra luce e parola, dedicata ai luoghi della letteratura italiana in Sicilia (8-30 settembre, Chiesa del Carmine); Dall’arte del libro al libro dell’arte: i Maestri del Novecento nella Collezione Gribaudo (inaugurata il 9 luglio e visitabile fino al 15 ottobre, Palzzzo Corvaja); Miti e siti di Sicilia, mostra di gioielli curata dall’atelier orafo Le Colonne di Alvaro e Correnti (12-19 settembre, Palazzo Corvaja); la scultura Le livre d’eau dell’artista bretone Yanik Pen’du (13-24 settembre, Fondazione Mazzullo).

E poi ancora: gli itinerari di Taormina Cult; i corsi di scrittura della Holden Summer School presso Casa Cuseni; le proiezioni di pellicole e documentari dedicati agli scrittori di Sicilia, curate da Sicilia Film Commission; il progetto Taormina Design Promenade che coinvolge gli esercizi commerciali della città; il progetto Blogger on Wheels di Jagua Land Rover; il contest #pensieridamare in collaborazione con MSC Crociere; il concorso Wiki Loves Monuments a cura di TaoClick.

Si tratta insomma di un’edizione ambiziosa quella a cui ci prepariamo a prendere parte, sia per il numero di ospiti sia per le numerose attività proposte. Un’edizione che diventerà un format televisivo perché il 25 settembre su Rai 1 verrà trasmessa la cerimonia che avrà luogo domani al Teatro Antico. Un’edizione di un Festival che, dopo aver registrato negli anni passati oltre 100.000 presenze, organizzato più di 300 appuntamenti in 30 luoghi della città, accolto 500 ospiti e coinvolto circa 7.000 studenti, quest’anno più che mai propone la letteratura e Taobuk come mezzo di aggregazione e di intrattenimento in grado di coinvolgere tutti.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail



'Taobuk 2016: una riflessione su Gli Altri' has no comments

Be the first to comment this post!


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

GET READY FOR THE NEXT EVENT!!!