Qualità, impegno sociale e culturale per il Taormina FilmFest 2017

La 63° edizione del Taormina FilmFest, organizzata quest’anno dalla neonata fondazione Taormina Arte, è stata definita di transizione e si svolgerà dal 6 al 9 luglio 2017. La kermesse cinematografica taorminese, seppur in versione ridotta, prevede una maratona di cinema nazionale ed internazionale che punterà alla qualità e all’impegno sociale e culturale, con quattro importanti Master Class, sei film in anteprima nazionale, proiezioni di documentari patrimonio della cultura siciliana e presenze di grande spessore artistico. Tre le locations principali, Palazzo dei Congressi, Cinema Olimpia e Villa Comunale che diverranno ben dieci per la Notte del Cinema.

La cinematografia italiana sarà protagonista al Palazzo dei Congressi con alcune prime assolute: Totò e Vicè di Umberto De Paola e Marco Battaglia, un affettuoso omaggio a Franco Scaldati, Mario Soffia sulla cenere di Alberto Castiglione. Sette i film stranieri in anteprima nazionale tutti provenienti da Cannes: Rodin di Jacque Doillon, Hikari (Radiance) di Naomi Kawase, Becoming Gary Grant di Mark Kidel, Oh Lucy di Atsuko Hirayanagi, Patti Cakes di Jeremy Jasper, La Cordillera di Santiago Mitre e Le Phantomes d’Ismael di Arnaud Desplechin. Completeranno il palinsesto del festival i film Handy di Vincenzo Cosentino, Alamar di Pedro Gonzales Rubio e Sette giorni di Rolando Colla.

In programma anche un nutrito gruppo di documentari: La luce di Pino Pinelli di Mimmo Calopresti e Macbeth di Daniele Campea in prima nazionale, nonché Prova contraria di Chiara Agnello, Saro di Enrico Artale, Mexico un cinema alla riscossa di Michele Rho, La prova di Ninni Bruschetta, La mia Battaglia di Franco Maresco e Nessuno ci può giudicare di Steve Della Casa.

Le Masterclass, fiore all’occhiello del Taormina FilmFest, si svolgeranno al Palazzo dei Congressi (Sala A), precedute dalla proiezione di un film e dove protagonisti assoluti saranno i giovani. S’inaugura la sezione il 7 luglio con la Master Class dedicata a Fabio Grassadonia e Antonio Piazza registi di Sicilian Ghost Story, preceduta dalla proiezione del film La morte corre sul fiume (The Night of the Hunter, 1955) diretto da Charles Laughton, un film drammatico, un “classico” che ha per sempre cambiato il volto della settima arte e che ha ispirato e influenzato i due grandi registi siciliani.  Il 9 luglio è la volta di Isabella Ragonese, vincitrice del Globo d’Oro come migliore attrice protagonista del film “Il padre d’Italia”. La Masterclass sarà preceduta dalla proiezione di Il primo incarico di Giorgia Cecere, film intenso che racconta la storia di una maestra al suo primo incarico, Nena, che deve lasciare famiglia e fidanzato e trasferirsi in un paesino della Puglia. L’omaggio a Isabella Ragonese continuerà per tutte le giornate del festival alle ore 16.00, con altre quattro proiezioni di film indicati direttamente dall’attrice: Tutta la vita davanti di Paolo Virzì, Sole cuore amore di Daniele Vicari e Dieci inverni di Valerio Mieli e Il padre d’Italia di Fabio Mollo.

Il Taormina FilmFest 2017 dedicherà inoltre al Cinema un’intera Notte Bianca, in programma l’8 luglio, con proiezioni, concerti e presentazioni di libri e cineasti famosi in angoli suggestivi di Taormina e con due film Arancia meccanica di Stanley Kubrick e Lezione 21 di Alessandro Baricco che indagheranno a fondo la IX Sinfonia di Beethoven, eseguita nella stessa sera al Teatro Antico dall’Orchestra e Coro del Massimo di Palermo, diretta da uno dei più grandi direttori d’orchestra del mondo, Zubin Mehta.

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail



'Qualità, impegno sociale e culturale per il Taormina FilmFest 2017' has no comments

Be the first to comment this post!


Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

GET READY FOR THE NEXT EVENT!!!