Luminarie lungo le vie del centro, alberi addobbati nelle piazze e la tradizione del Presepe vivente. Questi gli ingredienti del Natale a Taormina e nei paesini vicini.

Giunta alla XIII edizione, la rappresentazione della Natività, allestita e  realizzata con grande passione e cura dei dettagli dalla Parrocchia Sacro Cuore di Gesù di Trappitello, frazione di Taormina, è ormai un appuntamento molto atteso. L’anno scorso sono state registrate circa 25.000 presenze e anche quest’anno saranno numerosi i visitatori che non rinunceranno a passare qualche ora in armonia, rivivendo le atmosfere uniche del passato e la magia del Natale. Allestito nel grande giardino dietro la chiesa di Santa Venera, il Presepe vivente di Trappitello è un percorso alla scoperta dell’antico villaggio di Betlemme fino ad arrivare alla suggestiva Capanna della Natività. La rappresentazione conta circa 150 figuranti impegnati nel ricreare gli antichi mestieri ma anche i sapori di quel tempo, grazie alla preparazione delle pietanze della tradizione. Non mancheranno poi gli animali, molto graditi ai più piccoli, e alcune novità che attireranno l’attenzione dei visitatori. Il presepe sarà aperto al pubblico il 26 dicembre dalle 17.00 alle 21.30 e proseguirà nei seguenti giorni: 27 e 28 dicembre (dalle 18.00 alle 21.00); 1,2 e 5 gennaio (dalle 18.00 alle 21.30); 6 e 8 gennaio (dalle 17.00 alle 21.30).

Anche l’incantevole borgo di Castelmola si animerà nei giorni di festa con un Presepe Vivente itinerante. Le vie del paese e le due piazze principali saranno lo scenario della rappresentazione che prenderà vita attraverso figuranti e attori che vestiranno i panni dei personaggi che più di duemila anni fa sono stati protagonisti di quella magica notte. Il percorso sarà accompagnato dalle tipiche sonorità natalizie delle “ciaramelle” e dalla possibilità di degustare prodotti tipici della tradizione, preparati per l’occasione dagli abitanti del borgo. La rappresentazione del Presepe si terrà il 29 dicembre, il 2 e il 5 gennaio alle 18.30.

Un viaggio indietro nel tempo anche nei suggestivi scorci dell’antico borgo di Forza d’Agrò, dove, il 26 e 27 dicembre e il 6 gennaio dalle 17.00 alle 20.00, il visitatore incontrerà i personaggi del Presepe vivente lungo un percorso di colori, sapori e musica, alla riscoperta della bellezza del luogo.

Per i più curiosi invece, la possibilità di visitare gli splenditi Presepi di quartiere realizzati con impegno e creatività dagli abitanti di Graniti, piccolo paese di origine rurale tra Taormina e le Gole dell’Alcantara. Le caratteristiche di questi Presepi sono i materiali di riciclo utilizzati e i luoghi in cui vengono creati. Negli anni, infatti, la passione ha preso il sopravvento fino ad arrivare alla realizzazione di Presepi grandissimi che occupano intere case, cantine e palmenti. Anche qui in alcuni giorni particolari sarà possibile assaporare i prodotti tipici del territorio. La festa del formaggio e del pane condito si sono svolte nelle scorse settimane, ma in programma ci sono ancora quella della minestra fritta (23 dicembre), dei maccheroni (26 dicembre) e della salsiccia (6 gennaio).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail