Dopo una settimana ricca di concerti, durante la quale si sono esibiti sul palcoscenico del Teatro Antico di Taormina artisti come gli Afterhours, Renga, Mario Biondi, Daniele Silvestri, Fiorella Mannoia e ancora Massimo Ranieri, il mese di agosto a Taormina si concluderà con una nuova rassegna lirica: il Mythos Opera Festival.

Si tratta di un festival nato quest’anno in Sicilia sotto la sovrintendenza di Gianfranco Pappalardo Fiumara, pianista concertista di fama internazionale, e che di avvale della prestigiosa direzione artistica di uno dei più importanti soprani del XX secolo, Katia Ricciarelli.

Dopo gli spettacoli andati in scena al Teatro Greco di Siracusa, il Mythos Opera Festival ha in programma tre serate d’eccezione nella magnifica cornice del Teatro Antico di Taormina. Si comincia giorno 28 agosto alle 21.30 con Le stelle della Lirica. Una serata di gala in omaggio al celebre soprano, recentemente scomparso, Daniela Dessì. Ben 12 artisti, colleghi e amici della cantante, si riuniranno in questa occasione per ricordarla attraverso la musica, esibendosi in quasi 20 arie tratte dalle più belle opere liriche. Tutti gli artisti saranno accompagnati dal pianista Gianfranco Pappalardo Fiumara e dal Coro lirico siciliano. L’evento, che sarà diffuso in differita su Rai5 in mondovisione, è patrocinato dall’Airc, (Associazione italiana per la ricerca sul cancro) per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione e della ricerca sul cancro.

Il 30 agosto alle 21.30 sarà la volta di Sinfonie d’estate. Una serata all’insegna delle grandi composizioni sinfoniche di autori come Mussorgskj, Beethoven, Bellini e Čajkovskij per rivivere atmosfere ed emozioni di capisaldi della cultura musicale Europea. Il 31 agosto sempre alle 21.30, andrà in scena l’imponente opera verdiana Aida. Una produzione del Mythos Opera Festival con la regia di Enrico Stinchelli, la direzione affidata a Filippo Arlia, l’Orchestra Filarmonica della Calabria e il Coro lirico siciliano. In scena Sofia Mitropoulos (Aida), Roberto Cresca (Radames), Giovanna Casolla (Amneris), Giuseppe Garra (Amonasro), Alessandro Avona
(Ramfis), Elia Todisco (Il Re), Debora Marguglio (Sacerdotessa), Antonio Pannunzio (Messaggero).

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail